Cronaca di Topolinia

March 23, 2018, 1:49 pm blog-header-image

Cronaca di Topolinia è una pubblicazione fuori commercio, a tiratura limitata, senza scopo di lucro riservata ai soci dell'associazione culturale Gli Amici del Fumetto; da un lato ne rappresenta il bollettino interno, dall’altro è una rivista rivolta a tutti gli appassionati di fumetti e ai collezionisti che contiene al suo interno recensioni, articoli, interviste e anteprime a tutto campo.

All’interno varie rubriche fisse come “L’angolo del Texiano”, “Darkwood Monitor”, “L’angolo della serie rara”, “L’angolo Diaboliko”, i preziosi “Consigli per gli acquisti”, spazio quest’ultimo curato da Marco Candellone che fa una panoramica delle migliori uscite fumettistiche e permette ai soci di esprimere un loro parere.

L’associazione culturale Gli Amici del Fumetto nasce nel 2010 dopo la chiusura della precedente Alex Raymond, continuandone le attività di ricerca storica sul fumetto e di divulgazione.

Dal 2004 è iniziato un processo di crescita editoriale, non più legato solo al collezionismo, con i libri di Salvatore Taormina e anche una valorizzazione dei giovani talenti italiani in campo creativo. Sono così nate collane come il western “Than Dai” e il fantasy “La saga di Ho Lan” che hanno permesso a tanti artisti nostrani di farsi conoscere e pian piano affermarsi nel mondo dell’editoria fumettistica. Attualmente collaborano diversi autori alla creazione di serie (quali “Cronache dal ghiaccio” e “Neurofiabe”) come Daniela Zaccagnino, Michela Cacciatore, Francesca Vivaldi, Roberta Pierpaoli. Annoveriamo tra i collaboratori anche Adriano Imperiale e Renato Combo, che curano la quarta serie di “Than Dai” per la rinascita del western italiano.

Ma la vera stella di Cronaca di Topolinia è Elena Mirulla che, con le sue parodie (quali “Myster Martin”, la parodia di Martin Mystère, “Demonik”, quella di Diabolik, e “Zavor”, quella di Zagor...), si è fatta apprezzare da un vasto pubblico di appassionati; è però nel ruolo di autrice completa, con serie completamente da lei scritte, disegnate e colorate come “Crazy Tribe” e “Sexy Tales” che si è affermata a livello internazionale.


Post Successivo Post Precedente

manifesto collezionando
Scarica il manifesto